lunedì 1 febbraio 2010

Indovina i romanzi dall'incipit.

Ieri era domenica. Ho scritto, ho studiato, ho fatto le cose di sempre e alla fine mi è rimasto del tempo. Già, del tempo. Così mi sono messo a risistemare i libri che possiedo: romanzi in gran parte. Romanzi di ogni tipo.
Non immaginavo neppure di possederne un numero del genere. Impressionante. Ne possiedo un paio di migliaia. Il lato assurdo è che li ho "letti" quasi tutti e ho pensato di scoprire chi è nelle mie stesse condizioni.
Così è nata l'idea.
Idea? Chissà quanta gente lo ha fatto prima di me. Però, ci provo.
Non è difficile, dovete solo indovinare i romanzi dall'incipit. Nulla di più banale. Però, dopo aver identificato il libro, dovete anche dimostrarmi di averlo letto con un piccolo commento. Ne propongo tre per il momento. Eccoli:

1) La fiamma della candela e la sua immagine riflessa nello specchio si contorsero e si raddrizzarono quando entrò nell'ingresso e di nuovo quando chiuse la porta. Si tolse...

2) Pantera smise di contemplare distrattamente, attraverso il finestrino, la landa brulla e grigiastra che il treno stava attraversando. Lanciò...

3) Mi viene sempre la tremarella prima del lancio. Mi hanno fatto...

Boh! Chissà se funziona. Per il momento è un tentativo. Un benchmark come dicono gli informatici. Ma se funziona posso riprovarci tra qualche mese. Magari mettendo in palio qualche libro.

11 commenti:

  1. azz
    difficile

    il secondo è Evangelisti, col suo western fantarock cowboy
    che comunque non ho letto

    il primo non saprei?
    Stevenson con J & H?

    il terzo proprio mancopocazz
    magari qualche riga in più eh...

    comunque sto resistendo alla tentazione di googlare
    tu però tra un po' ddai le soluzioni :)

    RispondiElimina
  2. Fuochino, dovresti dirmi almeno il titolo.

    A fine mese, se nessuno indovina, li svelo.

    RispondiElimina
  3. Il primo non è "Cavalli Selvaggi" di McCarthy?
    Il terzo vuoto totale! :)

    RispondiElimina
  4. Non ti occorre il punto di domanda Luigi. E' lui.
    Lo hai letto?

    Il terzo è un must della fantascienza d'azione.

    RispondiElimina
  5. Sì, letto qualche tempo fa e piaciuto molto. Epico. Appena sarò nel giusto stato mentale vedrò di finire la Trilogia della Frontiera e di prendermi "La strada".
    Dai, dai, dacci qualche altro aiutino per il 3°! :-)

    RispondiElimina
  6. La trilogia per me è eccezionale, scade un pochino solo con "Città della pianura".
    Con "La strada" invece il buon Cormac mi ha deluso. Poetico naturalmente, ma a mio parer fa troppo il verso a se stesso.

    Aiutino per il terzo?
    Gelatina, Rico, non vi dicono nulla? C'è pure un film.

    RispondiElimina
  7. Dillo!

    Mettimi anche il titolo del secondo.

    RispondiElimina
  8. Fanteria dello spazio di Heinlein. Il secondo è come dice Gelo, ma non l'ho letto e non so il titolo!

    RispondiElimina
  9. Eh sì. Bravo. (Tra l'altro devo dirti bravo, anzi bravissimo per il racconto che hai postato in Usam questo mese).

    Però trovami anche l'altro.
    Aspetto ancora qualche giorno, poi posto una mini recensione dei tre romanzi.

    RispondiElimina
  10. Eccoli!

    “Si tolse il cappello, avanzò lentamente facendo scricchiolare il pavimento di legno sotto gli stivali e rimase in piedi, vestito di nero, davanti allo specchio scuro nel quale i pallidi gigli si protendevano dall’esile vaso di cristallo.”
    Cavalli selvaggi, di Cormac McCarthy, è il primo romanzo della cosiddetta “Trilogia della Frontiera.”
    1949, Texas. John Grady Cole lascia la casa di famiglia e, con l’amico Rawlins, intraprende un lungo viaggio a cavallo seguendo l’antica pista che conduce alla frontiera col Messico. Troverà l’amore, la violenza e gli spettri di un nobile, epico passato.

    “Pantera smise di contemplare distrattamente, attraverso il finestrino, la landa brulla e grigiastra che il treno stava attraversando. Lanciò un'occhiata a Molly, seduta di fronte a lui. La donna dormiva con la bocca aperta, la testa che le ciondolava di lato avvolta dai capelli lunghi e rossi.”
    Antracite, la terza avventura di Pantera, pistolero-stregone nato dalla penna di Valerio Evangelisti, è una storia di spionaggio e intrighi, in cui il protagonista viene ingaggiato da terroristi irlandesi per infiltrarsi in organizzazioni capitaliste per eliminare personaggi indesiderati.

    “Mi viene sempre la tremarella prima del lancio. Mi hanno fatto l’iniezione, naturalmente, e la preparazione ipnotica; so benissimo che in realtà non ho paura.”
    Fanteria dello spazio di Robert A. Heinlein è un romanzo del 1959. Rico, giovane soldato, si arruola per difendere la Terra dall’invasione dei terribili ragni del pianeta Klandathu. Finirà per diventerà comandante di un battaglione di marines dello spazio. Paul Verhoeven ha tratto dal romanzo di Heinlein il film omonimo.

    RispondiElimina